Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for ottobre 2011

Sono fermamente convinto che conoscere profondamente il vino sia tanto difficile quanto entusiasmante e che questo possa avvenire solo attraverso il confronto e lo scambio d’opinioni con colleghi che abbiano una visione globale di questo prodotto. Per questo con entusiasmo alcuni mesi fa ho accettato la nomina a giudice del Concorso Enologico Internazionale Excellence Awards 2011 Vinul.Ro che si svolgerà 2-4 novembre in Romania presso il Arenas BNR Cotroceni di Bucarest. Il Concorso è alla sua terza edizione e vedrà in degustazione oltre a quelli rumeni, vini provenienti da molti paesi per un totale di 328 campioni.
Per la prima volta mi fa sapere l’organizzatore e collega Valentin Ceafalau la giuria sarà composta in prevalenza da degustatori stranieri rispetto ai rappresentanti rumeni, infatti dei 20 giurati giornalisti ed  enologi 14 provengono dall’estero, oltre al Master of Wine, Gilby Caroline, saranno presenti: Alvaro Cerrada Bueno, Antonio Casado (Spagna), Luigi Salvo,  Fabio Pracchia, Roberto Gatti, Mazzeschi Maddalena (Italia), Marc Dworkin, Bruno Merle (Francia), Christian Callec (Paesi Bassi),  Richard Fox (UK), Marina Karakonova (Bulgaria), Tamas Dobos (Ungheria),  e Yves Paquier (Svizzera).
Il concorso si svolgerà in una apposita sala con luce, temperatura e umidità controllate, con un costante monitoraggio della temperatura del vino in degustazione. I punteggi finali per ogni campione saranno ottenuti eliminando gli estremi ed eseguendo la media aritmetica delle punteggi rimanenti. I campioni che partecipano al concorso sono stati selezionati in base ai seguenti criteri: livelli di prezzo, categoria, colore e zucchero rimanente.
Al mio ritorno il report su i vini più interessanti e sulla realtà vitivinicola della Romania che è in continua espansione.

Annunci

Read Full Post »

Nella serata conclusiva di Avvinando Winefest Sabato 15 ottobre 2011 alle 19,00 nella suggestiva sala centrale di Villa Boscogrande a Palermo si è svolta la cerimonia di premiazione dei vini e prodotti agroalimentari vincitori dei rispettivi premi Avvinando.
La giuria che ho avuto il piacere di presiedere (vedi qui) ha decretato le migliori etichette per le diverse categorie: Grandi Vini Siciliani, Grandi Vini Italiani e Premio Giancarlo Lo Sicco prodotti agroalimentari siciliani di qualità. Insieme ad Eliana Chiavetta ho consegnato i diplomi alle 18 aziende premiate nelle diverse categorie.

Ecco le diverse etichette vincitrici:

PREMIO GRANDI VINI SICILIANI

1° classificato – Categoria vini bianchi secchi tranquilli giovani
Lalùci Grillo I.G.T. Sicilia 2010 Baglio del Cristo di Campobello

1° classificato – Categoria vini bianchi secchi tranquilli strutturati da invecchiamento
Kaid Sauvignon Blanc I.G.T. Sicilia 2010 Alessandro di Camporeale

1° classificato – Categoria vini rosati secchi tranquilli
Millemetri Etna D.O.C. Rosato 2010 Feudo Cavaliere

1° classificato – Categoria vini rossi secchi tranquilli giovani
Sachia Perricone I.G.T. Sicilia 2009 Caruso e Minini

1° classificato – Categoria vini rossi secchi tranquilli strutturati da invecchiamento
Franco Cabernet-Merlot I.G.T. Sicilia 2008 Tenuta Gatti

1° classificato – Categoria vini spumanti secchi
Almerita Spumante Contea di Sclafani D.O.C. 2006 Tasca d’Almerita

1° classificato – Categoria vini dolci: naturali, passiti, spumanti, liquorosi
Moscato della Torre Noto D.O.C. Moscato di Noto 2010 Marabino

1° classsificato ex aequo – Categoria vino miglior rapporto qualità/prezzo
Fileno Grillo I.G.T. Sicilia 2010 Viticultori Associati Canicattì
V90 Nero d’Avola I.G.T. Sicila 2009 Brugnano

PREMIO GRANDI VINI ITALIANI

1° classificato – Categoria vini bianchi secchi tranquilli
Gewurztraminer D.O.P. AltoAdige Kastellaz 2010 Elena Walch

1° classificato – Categoria vini rossi secchi tranquilli
Poggio alle Mura D.O.C.G Brunello di Montalcino 2006 Banfi

1° classificato – Categoria vini spumanti secchi
Franciacorta D.O.C.G.Saten Millesimato 2008 Le Marchesine

1° classificato – Categoria vini dolci: naturali, passiti, spumanti, liquorosi
Refrontolo D.O.C. Colli di Conegliano Passito 2009 Astoria

PREMIO GIANCARLO LO SICCO prodotti agro-alimentari

Crema al Pistacchio Antichi sapori dell’Etna

Terre di Giumarra Olio Extra vergine di Oliva 2010 Caruso e Minini

Miele di Astragalo Nebrodensis Apicoltura Amodeo

Cioccolato di Modica al Nero d’Avola Calò Giordano Casa Don Puglisi

Pane di Monreale Forneria Messina San Martino delle Scale Monreale

Read Full Post »

Tra gli eventi più di rilievo di Avviando 2011 le performance di Natale Giunta, noto chef della prova del cuoco di Rai 1, e quella di Maurizio Cascino figlio d’arte e portabandiera della tradizione di famiglia dei noti chef palermitani. La magia del vino è più completa con una gran preparazione alla quale abbinarlo. Avvinando 2011 ha scelto in alcuni dei suoi “Educational” di parlare di cucina e vino, della stagionalità e della qualità delle materie prime scelte e dei vini più adatti alle varie preparazioni.

Natale Giunta è un fenomeno mediatico la sua immediatezza e spontaneità ha conquistato il pubblico televisivoil suo ristorante si trova a Termini Imerese. Per Avvinando ha preparato dei ravioloni ripieni di mozzarella di bufala campana, erbette e caciocavallo, e dei tocchetti di pesce steccato al profumo di Champagne. L’abbinamento  è stato con il Mandrarossa Santannella Fiano –Viognier- Chenin Blanc 2009 e con il Caruso e Minini Sachia Perricone 2009

Maurizio Cascino anima dello storico ristorante La Botte 1962 a Monreale, condotto per anni dal padre Salvatore, spiega le ricette che da lì a poco andrà a preparare per i 30 fortunati che hanno trovato posto nella saletta educational della tenso-struttura appositamente montata.

Illustra con dovizia di particolari il procedimento per la creazione del suo timballetto di anelletti alle erbe aromatiche basilico, prezzemolo e menta che ho abbinato Livon Müller Thurgau 2010 ricco di freschezza, mineralità.

 

 

 

 

 

Il secondo piatto sono dei raffinati bocconcini di vitello alla crema acida con spicchi di mela al brandy e profumo di finocchio che abbiamo sposato al fresco Mamertino Curpanè 2008 Tenuta Gatti un blend di Nero d’Avola e Nocera.
Delizie per il palato.

Read Full Post »

Grande, grandissimo interesse da parte della stampa, operatori del settore ed appassionati per i tanti Educational di Avvinado Winefest 2011. Il primo grande appuntamento  presentato in compagnia di Eliana Chiavetta è stato quello dello Chef  Bonetta Dell’Oglio  del ristorante “La Dispensa del Monsù” che ha affascinato i presenti con il suo Sushiliano, una riuscita rivisitazione del sushi orientale trasformato in un caleidoscopio di aromi e sapori mediterranei. Nell’ampio panorama della cucina, così come in tanti altri campi, gli influssi e le presenze orientali hanno ormai preso campo tra gli amanti delle novità, odori e sapori semplici ma immediati vivono nel Sushi piatto ormai internazionale.

La sua creazione in chiave siciliana nasce dalla ricerca di sintesi tra le materie prime mediterranee e la preparazione di matrice orientale, per dar vita ad una vera proposta di nuovi sapori.

Boneta spiega con garbo e crea interesse e curiosità, parla del pesce azzurro utilizzato per la preparazione; dallo sgombro al capone per arrivare al gambero e delle varie salse che arricchiscono la preparazione di stampo isolano.In abbinamento ho scelto dei vini sicuramento particolari: i vini altoatesini di Elena Walch,  il fesco e lungo Müller Thurgau e l’elegante Pinot Nero.

Read Full Post »

Come consulente della manifestazione  Avvinando e responsabile del Premio Avvinando Wine Fest sono molto contento che oggi siano iniziate nel migliore dei modi le batterie di tasting presso la prestigiosa sala Basile del Gran Hotel Villa Igiea Hilton a Palermo. Il Premio è stato appositamente strutturato in tre sezioni: Premio missione di internazionalizzazione vini siciliani riservato ai soli vini prodotti nell’isola, Premio grandi vini italiani riservato alle sole aziende Italiane, ed il Premio Giancarlo Lo Sicco, riservato alle aziende agroalimentari, organizzato in memoria del noto giornalista enogastronomico scomparso di recente. In questa sua prima edizione sono già 40 le aziende partecipanti, siciliane e italiane, che hanno deciso di inviare i loro campioni, raggiungendo un totale di quasi 200 etichette in degustazione anonimizzata.  

La commissione di valutazione che ho il piacere di presiedere è composta da otto membri esperti di settore, sommeliers, giornalisti ed enologi che valuta i campioni attraverso la compilazione della scheda internazionale OIV (Organisation Internationale de la Vigne et du Vin) applicata in tutti i grandi concorsi enologici internazionali. Le valutazioni verranno espresse autonomamente da ogni componente, il punteggio finale di ogni campione sarà ottenuto dalla media aritmetica dei singoli giudizi numerici, eliminando il punteggio più alto e quello più basso. 

Dal risultato dei punteggi al termine dello spoglio delle schede saranno otto le aziende vitivinicole siciliane premiate per le diverse categorie: miglior vino bianco giovane, miglior vino bianco strutturato da invecchiamento, miglior vino rosato, miglior vino rosso giovane, miglior vino rosso strutturato da invecchiamento, miglior vino spumante, miglior vino da dessert dolce naturale, passito o spumante, miglior vino rapporto/qualità prezzo. Ai vincitori, al fine di valorizzare i migliori vini siciliani e favorirne la conoscenza e la diffusione, spetterà  una missione d’internazionalizzazione nelle città di Berlino, Vienna e Zurigo che coinvolgerà le aziende in degustazioni per una settimana in tre rinomati ristoranti nelle tre città.

Quattro, invece,  le aziende italiane che vinceranno il premio per: miglior vino bianco, miglior vino rosso, miglior vino spumante, miglior vino da dessert dolce naturale, passito, passito o spumante, e per una settimana, i vini verranno degustati in tre ristoranti siciliani. L’ultimo giorno la commissione di valutazione testerà i prodotti agroalimentari del “Premio Giancarlo Lo Sicco” ordinati per tipologia e struttura, prestando particolare attenzione alle peculiari doti organolettiche, ma anche ai processi produttivi, all’attenzione ed al rispetto dell’ambiente ed alla promozione del territorio. Le cinque aziende agroalimentari vincitrici seguiranno con i loro prodotti i vini siciliani in degustazione nelle tre città estere.

I risultati delle tre sezioni del Premio Avvinando Wine Fest 2011 saranno resi noti al pubblico e alla stampa nazionale ed estera presente alla serata conclusiva il 15 ottobre a Villa Boscogrande

Read Full Post »