Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2014

Wine Reality Web TV di Luigi Salvo

La Gran Selezione del Chianti Classico debutta all’Anteprima 2014, abbiamo chiesto ad alcuni dei colleghi più influenti del mondo del vino la loro opinione: Daniele Cernilli, Antonio Paolini, Veronika Crecelius, Lorenzo Colombo e Virgilio Pronzatti.

L’ssemblea dei Soci del Consorzio Vino Chianti Classico nel gennaio 2013 ha approvato le modifiche del disciplinare di produzione avviando il processo di rinnovamento della storica DOCG toscana, una delle principali novità introdotte è la nascita di una nuova tipologia di Chianti Classico, la Gran Selezione, nuovo vertice della denominazione presente nelle tipologie Annata e Riserva.

La Gran Selezione rappresenta circa il 10% della produzione del Chianti Classico per un valore complessivo che si aggira tra i 70 e i 100 milioni di euro.

“Il Chianti Classico è la prima denominazione al mondo ad aver introdotto una nuova tipologia di eccellenza nella propria piramide qualitativa” afferma Sergio Zingarelli, Presidente del Consorzio Vino Chianti Classico. “Un caso unico, una sfida che il Gallo Nero lancia al mondo enologico nella convinzione che per rinnovare una storia di 300 anni caratterizzata da grandi passioni e grandi successi, per valorizzare ulteriormente il territorio e affermarsi sui mercati internazionali, sia necessario continuare a credere ed investire sulla qualità del prodotto”.

chianti classico gran selezione

Il Chianti Classico punta verso l’alto, la Gran Selezione è un vino prodotto da uve di esclusiva pertinenza aziendale, coltivate nei vigneti più vocati e con regole severe che lo rendono un vino di grande pregio, un nuovo punto di riferimento nel panorama enologico internazionale.

Oltre a prevedere caratteristiche chimiche e organolettiche idonee a vini di elevata qualità, la Gran Selezione potrà essere commercializzata solo dopo un invecchiamento minimo di 30 mesi ed un periodo obbligatorio di affinamento in bottiglia.

Il Chianti Classico Gran Selezione è pronto per essere presentato al mondo. Dopo la grande Anteprima di Firenze, il Consorzio ha programmato un road show che toccherà tutti i principali mercati del Gallo Nero, sia in Europa che oltre-oceano, a partire da Germania (marzo, ProWein) Stati Uniti (maggio) e Canada (giugno), per concludersi in autunno con le tappe sui principali mercati asiatici (Cina, Corea, Giappone).

Annunci

Read Full Post »

anteprima vernaccia 2014 homeNella bella cornice di San Gimignano con le sue affascinanti torri l’unica Docg bianchista della Toscana, la Vernaccia, ha espresso l’annata 2013 per la tipologia “Base” e la 2012 e 2011 per la Riserva. L’anteprima, riservata ai giornalisti, ha mostrato una Vernaccia davvero in forma in tutte le sue sfaccettature, e per l’occasione il Consorzio,  capitanato da Letizia Cesani, ha presentato al debutto il nuovo direttore, proveniente dal consorzio di Montalcino, Stefano Campatelli.

44 campioni del 2013  assaggiati hanno messo in luce ottima qualità media, profumi freschi e bell’acidità al sorso ed i restanti 24, tra cui le Riserve 2012 e 2011, si sono mostrati opulenti e pieni.

Ottimi i numeri della Denominazione, la Vernaccia di San Gimignano nel 2013 è prodotta in 6.520 ettolitri, i produttori e i conferitori di uve, sono 162, di cui 130 imbottigliatori, le aziende associate al Consorzio sono 115, dei quali 70 imbottigliano.

Qualè la Vernaccia di San Gimignano 2013 che si è espressa al meglio? Non ho dubbi è Tenuta Le Calcinaie 2013 di Simone Santini.

anteprima vernaccia 2014 luigi salvo alessandra piubello

Ecco tra tutte le 2013 assaggiate le più interessanti:

Casa alla Vacche i Macchioni: olfatto di zafferano,  magnolia e mela golden, bocca dal frutto carnoso e scia sapida.
Cesani: naso tra note di camomilla, ananas e salvia, sorso meno intenso ma composto.

Vernaccia fornacelle

Fornacelle: naso accattivante, di susina ed agrumi, pesca bianca e spezie, bocca particolarmente fresca e convincente.
Fornaci: naso fruttato di mela, pesca e spezie scure, spalla acida importante e lunga scia di persistenza.
La Lastra: se la gioca con Le Calcinaie per il suo naso ricco di floreale, fruttato bianco e belle note minerali, bocca che richiama frutto e sapidità.
Macinatico: naso preciso di pesca e note limonose, assaggio piacevolmente lungo in freschezza.
Palagetto: naso di fiori di campo, fruttato di mela e pepe bianco, bocca lunga e sapida.
Pannizzi: emergono dal bicchiere ginestra, pesca bianca e vegetale, bocca carnosa e fresca.
Poderi del Paradisoolfatto intenso di ananas e mango , l’entrata in bocca colpisce per nota acidica e lungo finale salino.
San Benedetto: naso intenso e pulito, note di fresca frutta e spezie scure, spina acida importante in bocca.

tenuta le calcinaie vernaccia 2013
                                                                                   Simone Santini

Tenuta le Calcinaie: esuberante olfatto di ginestra e sambuco, fruttato di mela e pesca bianca, suadente speziatura. Sorso ricco, fresco e lungo.
Teruzzi  & Puthod: sentori olfattivi tra fiori, frutta bianca e note salmastre, frescamente godibile in bocca.

anteprima vernaccia san gimignano 2014 sala  dante
                                                                                         Sala Dante

Vernaccia San Gimignano Riserva 2012 e 2011
Tante le Riserve di livello, ecco le sei che coniugano note importanti e facilità di beva

La Lastra 2012intenso naso di pesca, frutto tropicale e pepe bianco, sorso di spessore tra alcol, acidità e sapidità.
Signano La Ginestra 2012a caratterizzare l’olfatto ci pensano mango, pompelmo, pesca, tiglio, consistente ritorno sapido in bocca con ricco finale.
Poggio Alloro Riserva Le Mandorle 2012intensa pesca e susina matura, note agrumate, riempie la bocca di calibrata morbidezza.

vernaccia di san gimignano riserva

Fontaleoni 2011: effonde pesca gialla e cannella, zucchero a velo, tratto gustativo con succosi lampi frutto sapidi.
Tenuta le Calcinaie Vigna ai Sasso 2011pimpante di fiori bianchi e gialli, frutta gialla e spezie,  si lascia bere con piacevolezza.
Vagnoni I Mocali 2011: carica aromatica di zagara, salvia e pesca gialla, bocca opulenta, morbidamente ricca.

L’interesse crescente verso La Vernaccia di San Gimignano  è evidente anche da parte dei buyers internazionali proprio per le sue caratteristiche che, pur mantenendo un filo conduttore comune, si esprimono sia in vini semplici ed immediati sia in vini più complessi di grande evoluzione.

Read Full Post »

anteprime di toscana homeE’ assolutamente vero l’unione fa la forza e per la prima volta l’apertura delle anteprime toscane ha visto riuniti tutti i Consorzi a Villa Montalto a Firenze per la cena introduttiva ed il gorno dopo alla Fortezza da Basso, elegante polo fieristico fiorentino, per la presentazione delle loro bottiglie a giornalistie buyers di tutto il mondo.
Silvia Burzagli vice direttore di Toscana promozione mostra grande soddisfazione: “L’evento è giunto alla quarta edizione, ma è questa la prima volta in cui registriamo una partecipazione univoca e collettiva di tutti i nostri consorzi, a dimostrazione del fatto che è  finita l’epoca dei campanili e si è avviata una competizione collaborativa  tra le eccellenze  regionali”.

anteprima chianti 2014

Domenica 16 Febbraio alla fortezza da basso è stata interamente dedicato all’assaggio dei vini dei Consorzi di Carmignano, Bolgheri, Terratico di Bibbona, Elba, Val di Cornia, Montecucco, Morellino di Scansano, Cortona, Chianti Colli Senesi, Chianti Colli Fiorentini, Chianti Rufina e Chiantiquest’ultimo ha presentato l’annta 2013 a differenza di quello dei Colli Fiorentini e la Rufina che si sono presenti anche con l’annata 2012 e la Riserva 2011.

anteprime toscane 2014 chianti fortezza

Inizio il mio percorso degustativo inizia proprio con i vari Chianti, caratterizzati da matrici olfattive e gustative differenti dipendenti da due fattori principali: matrice territoriale e composizione  delle uve.
Tuttavia i 2013 nel bicchiere evidenziano gran bevibilità e  freschezza, alcuni gia pronti e godibilissimi, in generale il miglioramento qualitativo è costante ed il  rapporto qualità/prezzo in alcuni casi davvero eccezionale.

anteprime di toscana chianti luigi salvo e rocco lettieri

Ecco una selezione dei migliori assaggiati.

Chianti DOCG 2013

Badia di Morrona naso di frutto e spezie, beva con precisi ritorni olfattivi, lunga e godibile
Corbucci: naso intenso di frutto in confettura e spezie dolci, bocca tutto frutto in lunghezza.
Castello di Gabbiano: al naso tipici aromi di viola, marasca, ciliegia e note speziate . In bocca è fresco e beverino
Fattoria Le Sorgenti: conferma la sua qualità, naso ricco di fresco frutto e spezie fini, bocca centrata di buona persistenza aromatica intensa.
Fattoria Varramista: i sentori olfattivi sono più maturi della media, la bocca è più viva tra frutto, spezie e vegetale che lo rende caratteristico.

anteprime di toscana montaioncino

Montaiocino: bel naso di lampone e marasca, sentori balsamici. Sorso pieno e fresco, di scia frutto-speziata.
Ruffino: profilo olfattivo intenso di marasca in confettura, spezie e note di liquirizia. Bocca più semplice ma godibile.
Streda Belvedere: Naso semplice ma efficace di viola , frutti di bosco e spezie. Corrispondente in bocca, con tannini non invadenti e buona scia di frutto.

anteprime di toscana capriano colli senesi

Chianti Colli Senesi DOCG 2013

Bindi Sergardi: effonde, intenso di ciliegia, marasca e cannella, al palato alterna freschezza e rotondità di beva.
Campriano: naso efficace di ciliegia, frutti di bosco, vibrazioni minerali, sorso fresco e picevole.
Il Colombaio: effonde frutti di bosco freschi, lamponi, ginepro, sorso corrispondente,fresco, picevolmente tannico
Vagnoni:  naso avvincente, bel frutto croccante di marasca, violetta, humus, e tabacco dolce. Sorso vivace e lungo.
Vecchia Cantina di Montepulciano Poggio Stella: particolare naso di frutto e note terrose, bocca elegante e tra morbidezza e vena acida.

Chianti Colli Aretini DOCG 2013

Mannucci Droandi: belle note olfattive di ciliegia, amarena e viola mammola, bocca dai tannini fitti e sottile, giustamente acida. Gran godibilità

Chianti Montespertoli DOCG 2013

Castello Sonnino: frutti di sottobosco, mirtilli e humus, delicata balsamicità. Caldo e strutturato mostra trama tannica e acidica piacevoli.
Tenuta Morianoprofuma di viola ed amarena, anice e spezie. Bocca intrigante, tra freschezza e sapidità.

anteprime toscane le torri

Chianti Colli Fiorentini DOCG 2012

Fattoria di Bagnolo: naso fresco di fiori e piccoli frutti rossi e spezie, bocca dalla dinamica gustativa interessante
Le Torri: naso raggiante di floreale, visciola, amarena e terra bagnata. Bocca ricca e ben equilibrata.


Chianti Rufina DOCG 2012

Castello del Trebbio: olfatto pieno di frutta viva e note vegetali, all’assaggio è pieno di durezze, ha bisogno di un po’ di bottiglia
Fattoria il Lagonote di cilieigie, prugne, sottobosco e grafite. Bocca fresca dalla trama tannica compatta e pulita
Fattoria Lavacchio: naso accattivante di frutto fresco  di marasca, nitida violetta, humus. Sorso vivace grazie ad un’acidità calibrata.

anteprime di toscana selvapiana

Fattoria Selvapiana: olfatto pieno ed articolato, tra mora, cannella e liquirizia, denso in bocca persiste delle componenti olfattive.
Travignoli: intrigante al naso sciorina sensazioni di more, visciole, menta e china. Bocca di spessore gustativo

Read Full Post »