Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Guida vini buoni d’italia touring club’

Al via le degustazioni per la Sicilia della Guida Vini Buoni d’Italia 2009 edita dal Touring Club Italiano, io e la collega Alma Torretta quest’anno effettuiamo il tasting a Palermo, diviso in due location, l’hotel Cavalieri Best Western e successivamente nella sede dell’ Assovini Sicilia, (vedi comunicato stampa Assovini Sicilia),  A conclusione del lavoro degustativo, dovremo selezionare le 66 aziende che avranno ottenuto i punteggi migliori per l’inserimento in guida, ognuna con scheda specifica, il giudizio e le note dei vini più rappresentativi. Inoltre indicheremo 12 “vini da non perdere”, chicche di pregio, con produzione molto limitata Un lavoro degustativo lungo e complesso, un bellissimo bagaglio sensoriale.

Quest’anno grande presenza di campioni da uve Grillo in purezza, infatti, tantissime aziende con l’annata 2007 hanno iniziato a produrre questa tipologia di gran moda. Tra i primi 40 testati qualche conferma e qualche delusione, tra i nuovi prodotti qualcosa d’interessante, ma anche tanti vini in cui in Grillo è veramente poco espresso. Per la nostra guida, la qualità rappresenta il parametro di base per attribuire ad un vino un buon punteggio, ma non è l’unico criterio del quale teniamo conto per la segnalazione del vino e quindi dell’azienda, riteniamo importante la corrispondenza vino-vitigno, ovvero, il vino rispondendo alle diverse territorialità, deve avere caratteristiche organolettiche che lo riconducano al vitigno d’origine. Per ottenere un punteggio elevato, deve avere anche la bevibilità, ossia un mix d’ equilibrio, eleganza ed armonia.

Tanti Grillo purtroppo non mostrano queste caratteristiche, essendo privi di riconoscibilità, magari in molti di questi, l’uva in questione è presente in minima parte o è del tutto assente, ma in etichetta capeggia in bella vista la scritta GRILLO, solo perchè c’è molta richiesta di bianchi prodotti da questo vitigno, e la qualità olfattiva e gustativa non è viene per nulla curata.  Da elogiare invece parecchi vini da uve Catarratto, anche se in netta diminuzione i campioni presenti, chi continua a mettere vini in bottiglia da questo diffuso vitigno, lo fa perseguendo la qualità, è questo è un dato certamente da sottolineare.

 

Annunci

Read Full Post »